Adeguamento e miglioramento sismico

Sulla base dei recenti eventi sismici sono emerse le disarmanti fragilità di edifici civili ed industriali che fino a poco tempo prima parevano solidi e ben conservati.
Per tale motivo la prevenzione è l’unico strumento a cui fare riferimento per evitare rischi sia all’uomo che alle strutture stesse.
AT S.r.l. è ben lieta di fornire alcune notizie in relazione all’adeguamento e o miglioramento sismico ed alle recenti novità legislative in merito.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Con la conversione in legge del decreto n. 63 del 4 giugno 2013, è stata introdotta la possibilità di usufruire della detrazione del 65% anche per gli interventi edilizi che riguardano l’adeguamento sismico delle abitazioni e dei fabbricati produttivi.
Tale novità sarà destinata a diventare strutturale, e quindi senza scadenza temporale, a partire dal 1° gennaio 2014.
Per sfruttare la detrazione del 65% sull’adeguamento antisismico degli edifici è necessario che:
1. Gli edifici siano adibiti ad abitazione principale o ad attività produttive;
2. Gli edifici ricadano nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zona 1 – zona più pericolosa e a rischio di forti scosse e zona 2 – aree potenzialmente soggette a terremoti di grossa entità) individuate dall’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274/2003
In Rete è possibile trovare una dettagliata mappatura della classificazione sismica del territorio italiano.
Per sfruttare lo sconto fiscale garantito dalla detrazione del 65%, gli interventi di ristrutturazione e di adeguamento sismico devono essere corrisposti tramite bonifico bancario parlante, che riporta una serie di dati fondamentali.
La detrazione dall’imposta lorda si applica fino ad un ammontare complessivo delle spese sostenute non superiore a € 96.000 per unità immobiliare.

AT S.r.l. mette a disposizione un team di professionisti che si occupa delle diverse fasi d’attività:

– reperimento della documentazione tecnica necessaria;
– sopralluogo in cantiere al fine di verificare lo stato di fatto dell’edificio, in presenza anche di tecnici incaricati dal committente;
– redazione di offerta economica gratuita in base ai dati raccolti su base cartacea e dopo colloquio con tecnico incaricato dalla committenza;
– progettazione esecutiva dell’intervento;
– produzione elementi per il miglioramento o adeguamento sismico;
– esecuzione dell’intervento.

Il nostro personale si occupa inoltre di redigere la pratica al fine di usufruire della detrazione citata.

Questi gli interventi già realizzati:

PER STRUTTURE PREFABBRICATE:
– collegamento deformabile tra travi e pilastri;
– collegamento deformabile tra struttura di copertura e travatura;
– controventatura delle scaffalature;
– legatura di sicurezza delle pannellature di tamponamento.

PER STRUTTURE IN MURATURA:
– costruzione di nuovi elementi atti a migliorare il comportamento dinamico di insieme;
– rinforzo di singoli elementi murari nei riguardi del taglio e della flessione nel piano e della flessione fuori dal piano;
– rinforzo di strutture voltate al fine di conferirgli maggiore capacità deformativa;
– cinturazioni / cordolature / tirantature per assorbire spinte orizzontali.

Menu